Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

CANAPICOLTURA


Domenica, 11 Settembre 2016 09:25

Pizza con la farina di canapa, un successo!

Pienone alla pineta per la serata alla canapa un gran successo, tanti complimenti da parte dei clienti, pizza, pappardelle trik ballak, olio di canapa sapori unici, complimenti anche allo chef e a tutto lo staff.

Pubblicato in News

Palata. Tra i campi che diradano intorno a Palata si coltiva di tutto. Grano, pomodori, insalata, avena, orzo, olive. Nemmeno si fa caso al tipo di colture quando si percorrono le strade dissestate che circondano il paese. Eppure, a poca distanza dal centro abitato c’è una piantagione che lascerebbe stupefatto chiunque. Quasi a dire «stupefacente». Distese di centinaia di migliaia, forse milioni di piante che non danno spazio a troppe interpretazioni. Foglie di canapa. Ma qui bisogna fermarsi ed evitare di richiamare in una terra sperduta migliaia di «curiosi» e desiderosi chissà di cosa.

Le foglie sono proprio quelle della «Maria» ma qui di «stupefacente» c’è solo l’estensione della piantagione. Oltre venti ettari coltivati a canapa industriale e destinata ai settori dell’alimentazione, del tessile e delle costruzioni. L’idea è frutto di un progetto che allo stesso tempo rappresenta una «filosofia di vita» in termini di sostenibilità. A lanciarlo l’associazione ’Sativa Molise’ presieduta da Rosario Scotto, 46 anni, di origini siciliane ma trapiantato a Palata per ragioni di cuore. Insieme a lui ci sono Marzio Fiore, Davide Petrollino e Tarquinio Di Felice.

Il responsabile precisa subito che con queste piante non «si fanno le canne» per dirla in gergo ma si tratta di varietà - da qui Sativa appunto - che non contengono sostanze psicotrope o vietate dalla legge. Basta in sostanza impiegare una varietà di “Cannabis Sativa”a basso tenore di Thc (inferiore allo 0,2% che sia compresa nel Registro Europeo delle Sementi ed occorre osservare le norme europee del settore. A Palata lo fanno senza problemi «perché tutto è in regola ed è autorizzato». E ci mancherebbe se qui esiste anche un sito internet che pubblicizza il progetto. Ma che cosa si farà con tutta questa speciale «Maria» autorizzata?

«Anche pane, biscotti, pasta e caramelle con le farine e poi c’è l’olio, da quello alimentare a quello industriale» - spiega tranquillo Rosario mentre mostra prodotti di questo tipo già sul mercato per i quali sono peraltro riconosciute le qualità nutritive da esperti di alimentazione.Polisportiva San Pietro Per farla breve con i semi si fanno olio e farine; con la «fibra» e il «canapulo» ci sono altri utilizzi che vanno dal settore tessile alla bioedilizia con tanto di mattoni molto resistenti. Non a caso - osserva Rosario - in un periodo di grande crisi per l’agricoltura questa coltivazione può rappresentare un valore aggiunto per fare reddito».
C’è anche l’aspetto ambientale: «Si produce canapa in agricoltura biologica, non si usano concimi e pesticidi vari e la pianta diventa un fertilizzante naturale». Una doppia filosofia, insomma. Ma a che punto è il progetto? Mancano due mesi alla trebbiatura come indicato sullo stesso sito dell’associazione e c’è ancora molto da fare. I responsabili seguono fiere ed eventi organizzati in Italia e all’estero. Si specializzano per poi «sfondare» sul mercato. Finanziamenti? «Per ora tutto di tasca nostra - assicura Rosario mentre prepara un caffè (non di canapa - poi si vedrà. Stiamo valutando tanti progetti e non escludo due sorprese da lasciare davvero stupefatti».




di Fabrizio Occhionero

Fonte: www.primonumero.it

Pubblicato in Dicono di noi
Martedì, 05 Luglio 2016 09:24

Prodotti

 



Biscotti

 

   

Farina

 

   

Olio

  

  

Pane

Pubblicato in Foto
Mercoledì, 29 Giugno 2016 18:16

Farina di Canapa


La farina di canapa è una farina priva di glutine che ha le stesse potenzialità terapeutiche dei semi. Si ottiene dai semi spremuti a freddo che una volta persa la gran parte oleosa, vanno a costitutire il panello.

La digeribilità (PDCAAS) delle proteine della farina di canapa è paragonabile (o superiore) a quella di alcuni cereali o legumi (ad esempio della soia) ed acheni (anzi detti frutta secca). Gli aminoacidi essenziali della farina di canapa (eccetto la lisina e quelli solforati) soddisfano gli apporti raccomandati dalla FAO/OMS (Food and Agricolture Organization - Organizzazione Mondiale della Sanità) necessari ai bambini di età compresa tra i 2 e i 5 anni.

La farina di canapa contiene anche una porzione ben rilevante di trigliceridi. Questi, in prevalenza composti da acidi grassi polinsaturi essenziali, rappresentano il 24% delle calorie totali e poco più dell'8% riferito al peso totale. Ciò che sbalordisce non è tanto il valore assoluto degli acidi grassi essenziali, quanto il rapporto ottimale di 3:1 tra gli Omega 6 e gli Omega3. Grazie a questa caratteristica, la farina di canapa è considerata un alimento preventivo nei confronti di molti disagi cardio-vascolari ad eziopatogenesi metabolica.

All'opposto della farina di frumento tipo 00, la farina di canapa fornisce solo il 3,8% delle calorie da carboidrati, che sono zuccheri semplici e non lunghi polimeri.


Composizione Nutrizionale della Farina di Canapa

 

Composizione % d.m. Farina di grano Farina di grano 90%
Farina canapa 10%
Farina di Canapa 100%
Proteine 12.9 ± 0.20 14.58 ± 0.21 31.26 ± 0.21
Ceneri 0.55 ± 0.01 1.26 ± 0.02 7.840 ± 0.4
Grassi 1.03 ± 0.05 2.02 ± 0.06 11.63 ± 0.06
Carboidrati 85.52 ± 0.4 81.63 ± 0.3 49.27 ± 0.6
Fibra 1.9 ± 0.12 6.21 ± 0.25 45.87 ± 0.45
Minerali
(mg/100g)
Farina di grano Farina di grano 90%
Farina canapa 10%
Farina di Canapa 100%
Ca 43.80 ± 0.68 75.82 ± 1.02 286.42 ± 0.95
Mg 47.70 ± 1.05 104.07 ± 1.15 612.4 ± 1.34
Na 29.77 ± 0.29 31.91 ± 0.30 44.70 ± 0.29
K 187.78 ± 0.34 298.68 ± 0.34 13.00 ± 0.32
Cu 0.76 ± 0.01 0.85 ± 0.02 1.93 ± 0.01
Zn 5.43 ± 0.36 5.53 ± 0.35 6.90 ± 0.37


Oltre alle proteine la farina di canapa è ricca in composti fenolici , gli acidi fenolici quali il caffeico, il ferulico, il diidrossibenzoico e i loro derivati.

Composizione in fenoli

Fenoli Farina di canapa (mg/kg)
 Acido gallico e derivati 6
 Catechine 32
 Acido caffeico e ferulico derivati 71
 Acido idrossibenzoico derivati 55
 Acido p-coumarico 4
 Miricetina 5
 Fenoli non identificati 85
Fenoli totali 256

Nella farina di canapa si trova anche la presenza delle vitamine A,D2 (ergocalciferolo), K1, coenzima Q10, ubichinolo Q10, coenzima Q9, ubichinolo Q9, e vitamina B3 (acido nicotinico e nicotinammide), B1, B2 (quest’ultima in quantità elevata), B5, B6, C (in quantità elevata) e acido citrico.


 

Oltre alle proteine la farina di canapa è ricca in composti fenolici , gli acidi fenolici quali il caffeico, il ferulico, il diidrossibenzoico e i loro derivati.

Composizione in vitamine ottenuta mediante HPLC-MS/MS della farina di canapa

 

Vitamina Farina di Canapa
(mg/kg)
 Lipofile  
 Vitamina A 0.8
 Vitamina D2 2.0
 Vitamina K1 0.90
 Coenzima Q10 3.90
 Ubichinolo 10 24.1
 Coenzima Q9 5.6
 Ubichinolo 9 2.8
 Idrofile  
 Vitamina B1 2.40
 Vitamina B2 69.9
 Vit. B3 o PP (Ac. Nicotinico) 8.50
 Vit. B3 o PP (Nicotinnamide) 6.20
 Vitamina B5 180.1
 Vitamina B6 7.7
 Vitamina C 0.320 (%)
 Acido citrico 0.020 (%)
 Vitamina H (biotina) < LOQ
 Acido folico < LOQ
 Acido lipoico *** < LOQ

 * Vitamina D totale, **somma di acido nicotinico e nicotinammide, ***determinazione UV a 335 nm, mg/d = mg/giorno.

Queste le analisi della nostra farina:

Farina di semi di canapa sativa (lotto FE06/2016)

Valore energetico

(valori medi su 100 gr.)

Kcal. 380 – Kj 1.589,92

Componenti principali

(valori medi su 100 gr)

Carboidrati

0,1

Proteine

48,2

Grassi

monosaturi

polinsaturi

28,5

2,0

14,7

Amido

0

Fibre

solubili

insolubili

28,4

1,6

26,8

Sale

0,001

Vitamina E

25,6

Omega 6

8,7

La farina di canapa è la più ricca in natura di sltre specie quali il grano o la soia e per questo è spesso ricercata da chi vuole aumentare l’apporto di proteine, tutte proteine ad alta digeribilità.

Le proteine sono composti organici costituiti da carbonio, idrogeno, ossigeno, azoto e zolfo. Le proteine sono composti di tutte le cellule viventi e la loro funzione è quella di interagire con tutte le attività che costituiscono una cellula vivente. Le proteine sono costituite da combinazioni di 20 amminoacidi, che sono caratterizzati nell’avere un carbonio e un atomo di idrogeno, un gruppo azotato, un'unità di acido carbossilico e una catena  che muta in diversi aminoacidi.

Le proteine della canapa sono una grande alternativa al siero di latte e alle proteine della soia, contengono  più aminoacidi di carne, uova, o latte tra i quali gli aminoacidi che il nostro organismo non produce quali cisteina, glutammina, glicina, isoleucina, triptofano, lisina, metionina e fenilalanina; inoltre le proteine della canapa sono molto digeribili ,a differenza della soia e del siero di latte, perché non contengono oligosaccaridi causa di disturbi intestinali.

 

Contenuto di amminoacidi nella farina di canapa

Amminoacido %
 Acido aspartico 2.8
 Treonina 0.9
 Serina 1.3
 Acido glutammico 4.8
 Glicina 1.2
 Alanina 1.2
 Cisteina 0.5
 Valina 1.5
 Metionina 0.6
 Isoleucina 1.1
 Leucina 1.9
 Tirosina 1.0
 Fenilanina 1.4
 Istidina 0.8
 Lisina 1.0
 Arginina 3.2
 Prolina 1.0
 Triptofano 0.3

 

Bibliografia

  • Caratterizzazione chimica della farina ottenuta dopo la spremitura a freddo dei semi di Cannabis sativa – L. Folegatti, P. Rovellini*, D. Baglio, S. De Cesarei, P. Fusari, S. Venturini, A. Cavalieri**

*INNOVHUB-SSI Azienda Speciale della Camera di Commercio di Milano Divisione SSOG – Milano/**ATI Consulting – Milano; La rivista italiana delle sostanze grasse

VOL. XCI - gennaio/marzo 2014

  • Cannabis sativa L partially skimmed flour as source of bio-compounds in the bakery industry – LIVIA APOSTOL*, MONA POPA*, GABRIEL MUSTATEA**

*UASVM Bucharest, Romania

**National Institute of Research & Development for Food Bioresources - IBA Bucharest, Romania

  • Hempseed cake as a protein feed for growing cattle – Maria Eriksson

Swedish University of Agricultural Sciences  - Department of Animal Environment and Health, Section of Production Systems, Skara (Sweden)

Pubblicato in Alimentazione

Condividi